malva curativa

Via il rossore con la maschera alla malva!

I primi caldi possono essere un vero problema per le pelli più delicate se non adeguatamente protette: le prime esposizioni solari infatti possono incentivare i rossori e i fastidi soprattutto nei soggetti con pelli chiare, magari affette da couperose o altre irritazioni cutanee.

I prodotti naturali possono essere un valido aiuto, sono infatti molte le piante che hanno azione lenitiva e disarrossante che possono dare risultati importanti se utilizzate con costanza, una di queste è sicuramente la Malva, una pianta dalle spiccate proprietà lenitive e disinfiammanti che si esplicano anche per via interna.

E’ possibile preparare una maschera fatta in casa, adatta proprio alle pelli più delicate e arrossate, con poche e semplici mosse.

Gli ingredienti necessari per la preparazione di questa maschera sono:

  • 2 cucchiaini di fecola di patate
  • 2 cucchiai di fiori di malva
  • 1 cucchiaino di olio di oliva
  • 1 perla di vitamina E

Gli ingredienti possono essere facilmente reperibili in erboristeria (malva e perle di vitamina E) e nei supermercati (fecola e olio di oliva).

La preparazione è molto semplice: riempire una ciotola con 100 ml di acqua fredda e lasciare macerare i fiori di malva per circa un’ora e mezza, dopodiché portare a bagnomaria e spegnere poi il fuoco lasciando raffreddare per 30 minuti.

Filtrare per bene il tutto, avendo cura di strizzare ben bene i fiori di malva e all’acqua ottenuta aggiungere un cucchiaino di fecola miscelando lentamente fino ad ottenere una pasta omogenea.

Terminata questa fase aggiungere un cucchiaino di olio di oliva e mescolare ulteriormente; a questo punto aggiungere l’altro cucchiaino di fecola e il contenuto di una perla di vitamina E.

La maschera ottenuta si può conservare in frigo per massimo 35-40 ore, conviene quindi utilizzarla subito.

La si stende per bene sul viso pulito e la si lascia in posa per circa venti minuti, dopodiché risciacquare con cura e applicare la crema personale. Il trattamento va ripetuto circa 3 volte a settimana.

Si tratta di una maschera molto efficace: all’azione antiinfiammatoria e lenitiva della malva, si aggiunge quella nutriente dell’olio, quella antiossidante della vitamina E e quella addolcente della fecola di patate.

E’ possibile, nei rossori più marcati, aggiungere  mezzo cucchiaino di ossido di zinco (componente acquistabile in farmacia) dalle doti antirossore e disinfiammanti.