L’acqua micellare, cos’è e perché fa bene alla pelle

L’acqua micellare, cos’è e perché fa bene alla pelle

L’acqua micellare è un prodotto cosmetico ideato e commercializzato dai migliori Marchi per la salute e la bellezza della pelle del viso.

Utilizzata prevalentemente per rimuovere il maquillage, l’acqua micellare è un’ acqua naturale miscelata con detergente, in limitatissime quantità, ossia con sapone, della medesima tipologia di quelli che si trovano, a concentrazioni elevate, nel bagno schiuma o nello shampoo per capelli.

Le micelle o particelle ionizzate, contenute nell’acqua, a contatto con l’epidermide, strato superficiale esterno del tessuto cutaneo, sono in grado di scendere nel derma, il rivestimento profondo, originando uno scambio osmotico tra sostanze. Mentre rilasciano gli elementi vitali che contengono, le micelle catturano e inglobano le impurità della pelle, portandole all’esterno dove facilmente potranno venir eliminate. Sarà sufficiente passare sul viso un batuffolo o un dischetto di cotone imbevuti di cosmetico per togliere in pochi secondi ogni traccia del make up, evitando arrossamenti ed irritazioni anche alle pelli sensibili.

L’acqua micellare oggi in commercio è un “remake” di un analogo prodotto usato anni addietro in ambito artistico, cinematografico e teatrale, quand’era necessario procedere alla detersione del volto degli  attori e dei  modelli con rapidità, prima di passare alla successiva fase di trucco, senza ledere la carnagione. Ci si accorse allora che il metodo migliore di pulizia era l’acqua naturale miscelata con quantità ridotte di detergente.

Le acque micellari, vintage, vengono ora ralizzate seguendo procedimenti innovativi e tecnologie all’avanguardia idonee a mantenere la purezza e l’inalterabilità dei prodotti. Contenitori sterili, di plastica o di vetro, muniti di chiusura ermetica   garantiscono ai cosmetici integrità e assenza di microrganismi patogeni.

Scienza e moda collaborano nell’ideazione di prodotti  graditi alle donne e agli uomini, e che rechino caratteristiche in sintonia con i trend in voga. Troveremo in profumeria, in erboristeria o commercializzate in internetacque micellari aromatizzate, a base di essenze naturali di fiori e di frutta, di origine locale o esotica, oppure confezionate utilizzando pregiate acque termali ricche di oligoelementi, essenziali per la vita della pelle del viso.

Prima di procedere all’acquisto, ciascuno dovrà valutare personalmente, chiedendo consiglio all’estetista di fiducia, la tipologia dell’acqua micellare più adatta al fenotipo del suo incarnato e seguire le corrette modalità d’uso. Esistono acque  detergenti o struccanti, altre rinfrescanti e tonificanti, rivitalizzanti e curative.  Qualora si abbiano problemi dermatologici sarà bene consultare il medico specialista per evitare di danneggiare la pelle, difesa naturale del nostro viso e primo baluardo contro l’aggressione di smog, freddo, vento, e di raggi solari ultravioletti.

Nelle persone con carnagione normale, i prodotti cosmetici d’uso quotidiano, potrebbero restare il tradizionale latte detergente e il tonico, abbinati all’acqua micellare una volta a settimana, quando si esagera con fondotinta, fard, mascara e ombretti per la serata in discoteca o per la cena importante. Sulla carnagione secca non è consigliabile l’utilizzo giornaliero dell’acqua micellare, che resta comunque un detergente e non un nutriente. Ideale l’utilizzo costante dei detergenti a base di acque micellari per le pelli grasse.